Lo Stand Florio o come conosciuto da molti palermitani “Taverna del Tiro al piccione”, si trova lungo la costa di Romagnolo. Il complesso edilizio fu costruito nel 1906 da un progetto di Ernesto Basile su commissione della famiglia Florio che voleva erigere un raffinato ritrovo in una zona che ospitava i più eleganti stabilimenti balneari della città.
I primi del ‘900 delinearono per Palermo un vero e proprio Rinascimento che coinvolse tutti i settori della vita sociale ed economica

La famiglia Florio ne era protagonista assoluta insieme ad Ernesto Basile “l’architetto del liberty” e dell’Esposizione Internazionale: un vero anticipatore del modernismo.
Lo Stand Florio, nonostante sia stato notevolmente ridimensionato nello sviluppo progettuale che prevedeva un grande kursaal verso il mare, rappresenta bene la crescita imprenditoriale di una grande famiglia protesa tra architettura, artigianato e modernità.

Stand Florio

L’intervento di valorizzazione del complesso immobiliare dello Stand Florio è stato realizzato in due fasi temporali.
La prima fase ha previsto il restauro conservativo “dell’edificio del Piccione” intervenendo sullo spazio esterno e operando le demolizioni dei capannoni abusivi realizzati negli anni ’80.
La seconda fase. Ha riguardato la ristrutturazione dell’edificio degli “Scommettitori” ed il completamento dello spazio esterno.

Stand Florio