INSTALLAZIONE

Nicola Pucci

Slancio tuffatori, 2019
Stampa su acciaio rilavorata ad olio e spatola, 160x190 cm

Salto, 2019
Stampa su acciaio rilavorata ad olio e spatola, 80x65 cm

Accade qualcosa di anomalo negli ambienti di Nicola Pucci, senti l'energia invisibile che attraversa le sue camere teatrali dal tenore catartico. Il nostro sguardo varca la soglia del possibile per abitare spazi in cui qualcosa ha cambiato le connessioni relazionali. Tutto sembra pervaso da uno strano elettromagnetismo, come se luoghi e persone fossero in perfetta simbiosi, oltre l'apparenza del vincolo coatto. Guardi, intuisci ma non comprendi le regole profonde della situazione. Eppure non ragioni mai sul filo dell'impossibile, dai una chance all'evento e lo rendi plausibile, forse come pura finzione ma comunque realistica ed empatica. Una scena che si assume il peso dello scenario. Uno scatto da fermo con l'obiettivo interno della narrazione misteriosa. Benvenuti nella vertigine del realismo apparente. Benvenuti negli immaginari del teatro cerebrale …Gianluca Marziani.
Nicola Pucci nasce a Palermo il 28/05/1966. Dopo aver conseguito la maturità classica, si trasferisce a Roma dove frequenta un corso quadriennale di illustrazione pubblicitaria presso l'Istituto Europeo del Design (IED). Dopo un breve periodo trascorso a Vipiteno disegnando copertine per i celebri quaderni Pigna, torna a Roma e inizia a dedicarsi a tempo pieno alla pittura.
In questo periodo frequenta assiduamente lo studio del maestro Bruno Caruso, che lo incoraggia e scrive un testo per la sua prima mostra che terrà a Palermo nel 1994. Dal 1995 ad oggi il suo lavoro è stato esposto in Italia, Gran Bretagna Francia e Stati Uniti. Nel 2017 il Comune di Spoleto lo seleziona nel progetto Schermi Urbani, in cui grandi immagini dei suoi lavori rivestiranno, vetrine e facciate di palazzi al centro storico.
Nel 2018 è invitato da Enea alla GAM di Palermo, per discutere insieme a Claudio Strinati della relazione tra arte ed energia: i suoi quadri sono stati scelti quali copertine per diverse case editrici, tra le quali Sellerio.
La pittura di Pucci si è guadagnata, nel corso degli anni, l'attenzione di personalità del mondo dell'arte del calibro di Jonathan Turner, Carlo Bilotti, Gianluca Marziani e il gallerista americano Larry Gagosian che ne sono divenuti appassionati sostenitori oltreché collezionisti. I lavori di Nicola Pucci fanno parte di importanti collezioni pubbliche e private in Italia, Gran Bretagna Francia e Stati Uniti (Museo Carlo Bilotti, Collezione Fendi, Collezione Benetton, Collezione Larry Gagosian). Ha realizzato importanti mostre personali in musei quali il Museo d'Arte contemporanea Carlo Bilotti, Aranciera di Villa Borghese a Roma e Palazzo Collicola a Spoleto. L'artista attualmente lavora con la Galleria RvB Arts di Roma, Andipa Gallery di Londra e con la Kristin Fine Art di New York.


Condividi

Torna indietro